Palagi da album vedute Roma

Palagi: Roma 1Palagi: Roma 2Palagi: Roma 3Palagi: Roma 4Palagi: Roma 5Palagi: Roma 6Palagi: Roma 7Palagi: Roma 8Palagi: Roma 9Palagi: Roma 10

 

 

 

 

 

Pelagio Palagi

(Bologna 1775-Torino 1860)

Album di 32 vedute di Roma e dei suoi dintorni, prese dal vero ma inserendovi ricostruzioni ideali di edifici antichi

1806 circa

Album di 30 fogli, di cui 29 disegnati a penna a inchiostro bruno, con tracce di matita, due disegnati anche al verso, e uno a matita, 238 × 377 mm ciascuno

Provenienza: Inghilterra, collezione privata

 

Il genere del disegno dal vero delle vedute di Roma vanta una tradizione secolare presso quegli artisti di diversa provenienza accorsi nella Città Eterna per studiarne i monumenti e i capolavori artistici. Tra fine Settecento e Ottocento ricorre in Felice Giani e negli artisti del suo cenacolo, tra i quali Palagi, che riconoscevano nel disegno il fondamento della loro arte. Ma in questo album, come in un altro taccuino smembrato conservato in parte all’Archiginnasio e in parte in collezione privata con il frontespizio di “Vedute dal vero”, le riprese reali si arricchiscono, grazie agli interessi antichizzanti di Palagi, delle ricostruzioni ideali di edifici antichi, ambientati così in una singolare commistione visionaria con le sopravvivenze classiche e i monumenti della Roma moderna. Questi fogli di grande suggestione spettano alla prima fase dell’alunnato romano dell’artista, a partire dal 1806, che sarà poi tra i protagonisti della pittura e della progettazione di arredo e architettonica in Italia in età neoclassica e romantica.

Per ulteriori informazioni, per acquistare o vendere opere di Pelagio Palagi (1775-1860) e per richiedere stime e valutazioni gratuite


Tel +39 06 6871093

Mail info@carlovirgilio.it

Whatsapp +393382427650

oppure scrivici qui: