Hirschl donna giacente

Hirschl donna giacenteAdolf Hirémy Hirschl

(Temesvar 1860 – Roma 1933)

Figura femminile distesa panneggiata

1889 circa

Carboncino e gessetto su carta bruna, mm 344 x 531

 

Realizzato nel periodo di massima celebrità dell’artista – nel 1891, riceve la più ambita onorificenza austriaca, il Kaiserpreis, alla sua seconda edizione, la prima assegnata a Gustav Klimt – questo studio preparatorio è parte di una serie dedicata alla realizzazione di una delle sue opere più celebrate: Sogno di Santa Cecilia con angeli musicanti. Premiata nel 1889 a Vienna con il premio Reichel e ottenuta una menzione d’onore a Berlino l’anno successivo, l’opera mette in scena la Santa addormentata su una spiaggia circondata da eteree figure di angeli musicanti in una elegante atmosfera simbolista precorritrice delle preziosità Jugendstil. La posa della Cecilia, con il corpo morbidamente adagiato sul supporto di roccia e la testa reclinata all’indietro, sembra tradurre nella sensibilità di fine secolo il modello estenuato dell’estasi della Santa Teresa e della Beata Ludovica Albertoni di Gian Lorenzo Bernini.

In questo studio incentrato sul panneggio, tanto che sono appena accennate le parti scoperte del corpo della santa, Hirschl dimostra, ancora una volta, il carattere indipendente della sua opera grafica. Il tono idilliaco e accademizzante arretra e dal tratto morbido e allungato, le ombre incise e le delicate lumeggiature avanza con evidenza l’intensa intimità dell’espressione.

Per ulteriori informazioni, per acquistare o vendere opere di Adolf Hirémy-Hirschl (1860-1933) e per richiedere stime e valutazioni gratuite


Tel +39 06 6871093

Mail info@carlovirgilio.it

Whatsapp +393382427650

oppure scrivici qui: