Martini: mummia

Martini: mummiaAlberto Martini

(Oderzo 1876-Milano 1954)

Petite discussion avec une momie
1908
penna di china su carta, 354 x 254 mm
firmato e datato a penna, sul cartiglio, in b. a s.: ALBERTO. MARTINI / 1908 e a matita più sotto a d.: A. Martini; titolato a penna in b. al c.: PETITE DISCUSSION AVEC UNE MOMIE; iscrizione a matita, al c.: PÖE

Tra le tavole più note e riprodotte ai tempi in cui Martini espone la sua serie per il Poe, il disegno Petite discussion avec une momie interpreta l’omonimo racconto dello scrittore americano. Martini illustra l’episodio che vede protagonista una mummia egiziana, proveniente da una tomba rinvenuta sulle montagne libiche, riportata in vita da alcuni studiosi attraverso una scarica elettrica applicata con dei fili direttamente al muscolo temporale del cranio. Il disegno raccoglie più momenti della narrazione e non si preoccupa della consequenzialità degli avvenimenti stabiliti nel racconto. Se nella descrizione di Poe il collegamento elettrico rappresenta un episodio momentaneo, per l’artista si trasforma in un elemento stabile nella caratterizzazione dell’antica mummia. Un procedimento che viene ripetuto anche per il barattolo di pastiglie Ponnonner e per la scatola di pillole Brandreth, elementi che rivestono in realtà un ruolo marginale nel complesso del racconto ma che per Martini diventano utili per suggerire all’osservatore il tempo in cui la mummia si trova catapultata. Stando alla testimonianza coeva di Vittorio Pica dietro al volto rinsecchito della mummia si celerebbe in realtà un autoritratto dello stesso Martini, ironicamente trasfigurato e invecchiato per assumere le lugubri fattezze dell’antico reperto.

Alessandro Botta

Per ulteriori informazioni, per acquistare o vendere opere di Alberto Martini (1876-1954) e per richiedere stime e valutazioni gratuite


Tel +39 06 6871093

Mail info@carlovirgilio.it

Whatsapp +393382427650

oppure scrivici qui: