Achille Funi

(Ferrara 1890-Appiano Gentile 1972)

Autoritratto 

1942 

Acquerello e matita su carta, mm 380 × 310  

Firmato in basso a sinistra: “A. Funi” 

Sul retro del montaggio originale etichette di esposizione: Galleria del Milione, Milano, 1942, 3069/3; Galleria dei Serpenti, Roma; Finarte, Roma, 1984. 

Provenienza: Roma, collezione privata

Dopo l’esperienza del Futurismo, filtrato attraverso Cézanne e il cubismo, aderisce al generale Ritorno all’ordine dell’inizio degli ‘20, trovando l’ambito culturale e la cifra a lui più congeniale, tanto da non abbandonarla più per il resto della lunga carriera. Pur se già caratterizzato da un tratto denso e pastoso, da continuità e morbidezza di linee e da una solida concezione plastica, è una trasformazione profonda rispetto agli assunti teorici del futurismo. Inizia qui un incessante e programmatico recupero delle fonti, classiche e neoclassiche, e per la sintonia degli intenti nel 1922 è tra i fondatori del gruppo di Novecento, assieme a Lino Pesaro e Margherita Sarfatti. Auspica un nuovo Rinascimento, rifiutando ogni tecnica che non aderisca ai canoni della pittura di tradizione e accentuando l’attenzione ai valori plastici delle composizioni. Nel 1933 sottoscrive con Campigli e Sironi il Manifesto del Muralismo e da questo momento in poi dedica una grossa parte delle sue energie alla realizzazione di imponenti cicli a fresco. “Ho calcolato di avere complessivamente dipinto affreschi per almeno 6 km di lunghezza e 1 metro di altezza” dichiara negli ultimi tempi della sua vita. In questo immane sforzo, la pittura da cavalletto è spesso pensata come una sorta di frammento di quella, come potrebbe essere il caso di questo autoritratto, che nella fissità sospesa, nello sguardo imperscrutabile e nella distanza dalla ricerca del mero dato psicologico, denuncia uno dei riferimenti imprescindibili della sua pittura: Piero della Francesca. 

Per ulteriori informazioni, per acquistare o vendere opere di Achille Funi (1890-1972) e per richiedere stime e valutazioni gratuite


Tel +39 06 6871093

Mail info@carlovirgilio.it

Whatsapp +393382427650

oppure scrivici qui: