De Simone: astronomo

De Simone: astronomoGaetano de Simone

(Napoli 1747-1822 circa) 

Ritratto dell’astronomo Giuseppe Cassella (Cusano Mutri 1755-Napoli 1808) 

1789 

Olio su tela, cm 66 × 52 

Firmato e datato sul retro del telaio, in alto: “Gaetano De Simone 1789 Napoli”; in basso a sinistra: “Gaetano De Simoni” 

Provenienza: Italia, collezione privata 

 

Gaetano De Simone è stato riscoperto solo recentemente come protagonista della ritrattistica aristocratica napoletana tra Settecento e Ottocento (Massimo Pisani, “Gaetano De Simone, un ignoto pittore napoletano della seconda metà del Settecento”, Prospettiva, 47, 1986, pp. 69-74; Id. “Ancora su Gaetano De Simone”, Prospettiva, 64, 1991, 83-87). In questo ritratto si rivela debitore della semplicità illuminista dei modelli mengsiani, concentrandosi sul volto del protagonista collocato contro uno sfondo astratto. L’opera costituisce un’eccezionale testimonianza iconografica, rappresenta infatti l’illustre astronomo napoletano Giuseppe Cassella, accompagnato dall’attributo del cannocchiale. Lo studioso fu docente di astronomia e nautica, autore delle “Effemeridi astronomiche” pubblicate annualmente a partire dal 1788, progettista della prima specola pubblica napoletana nel 1791 presso il Palazzo degli Studi, poi Museo Borbonico, dove realizzò insieme all’architetto Pompeo Schiattarelli la celebre meridiana nella sala omonima. Alla data del dipinto Cassella si avvaleva per le sue ricerche astronomiche delle apparecchiature dell’Osservatorio privato di Lord Acton a San Carlo alle Mortelle (Ugo Baldini, Giuseppe Casella, in Dizionario Biografico degli Italiani, vol. 21, 1978, ad vocem). 

Per ulteriori informazioni, per acquistare o vendere opere di Gaetano de Simone (1747-1822) e per richiedere stime e valutazioni gratuite


Tel +39 06 6871093

Mail info@carlovirgilio.it

Whatsapp +393382427650

oppure scrivici qui: